I padri separati sono davvero inadempienti? Gli uomini non dovrebbero avere diritti riproduttivi?

diritti riproduttivi

(Traduzione e adattamento dell’articolo “Why “If you don’t want kids, don’t have sex” is an entirely awful argument” di Andy or SeñorMinibagel)

Sembra che ogni volta che le persone usano il termine “diritti riproduttivi”, i riflettori si spostino sui diritti riproduttivi delle donne, mentre quelli degli uomini vengono ignorati. Un esempio è quando ho discusso con Kevin Logan [1] se le donne sono svantaggiate nella società moderna. Naturalmente, ha dato risposte generiche, niente che non avevo sentito più volte prima, “divario salariale”, “cultura dello stupro”, e le risposte femministe più generiche. Sembrava che il giudizio complessivo degli spettatori fosse che ero io che stavo vincendo il dibattito, come anche alcuni dei follower di Kevin Logan notarono che quasi tutto il suo ‘dibattito’ sulla cultura stupro era un lungo elenco di concessioni.

In tutta onestà verso Kevin, anche se non ero d’accordo con lui su diversi punti, la maggior parte del suo discorso aveva un senso. Le sue argomentazioni, anche se a mio parere non corrette, si sono basate su errori statistici o incomprensioni piuttosto che pregiudizi e misandria. Non sembra avere problemi di odio di sé, e sembrava credere sinceramente a quello che stava dicendo, che è quello che si può dire anche per molti femministi di sesso maschile.

Tuttavia, c’era un problema che in realtà ha colpito un nervo scoperto, e sta continuando a farmi frizzare il cervello fuori dal cranio per la stupidità della tesi opposta. Cioè, naturalmente, i sopramenzionati diritti riproduttivi.

Nel video, Kevin afferma che le donne vengono oppresse perché le persone stanno cercando di portare via i loro diritti riproduttivi in Paesi come la Polonia, l’Irlanda, e gli Stati Uniti. Se è vero che ci sono persone che cercano di togliere diritti riproduttivi, ciò non è oppressivo per le donne.

Sì, non essere in grado di ottenere un aborto fa schifo. Sostengo il diritto per le donne di avere un aborto, e sostengo la distribuzione gratuita di metodi di controllo delle nascite per coloro che non possono permetterselo [n.d.t. sosteniamolo anche per gli uomini, però, ad esempio distribuzione gratuita di condom!]. Tuttavia, il fatto che le donne non ricevono questi servizi non è un caso di oppressione basata sul sesso, per il semplice motivo che neanche gli uomini ricevono questi benefici.

Ogni volta che si tirano in ballo i diritti riproduttivi maschili, c’è sempre un equivoco che vorrebbe vedere i padri in grado di forzare le madri ad avere un aborto. Questo non è semplicemente il caso. Ci sono un sacco di alternative legali che potrebbero creare un’alternativa simile all’aborto. Ad esempio, una Rinuncia di Paternità legale, in cui se il padre chiede l’aborto e la madre si rifiuta, egli può compilare i documenti per rendere il bambino non ufficialmente suo. Suona ragionevole, giusto?

Beh, quando si tira in ballo l’idea di Rinuncia di Paternità, nota anche come “Aborto Cartaceo”, si riceveranno sguardi di disgusto, come se si fosse il peggior essere umano possibile sul pianeta anche solo per aver suggerito che i padri dovrebbero avere gli stessi diritti riproduttivi che hanno le madri.

La sinistra e la destra faranno collettivamente un “gasp!” in risposta a questo suggerimento. Dopo tutto, i diritti sono per gli esseri umani, e gli uomini non sono esseri umani, giusto?

Gli idioti neoconservatori diranno qualche frase sconclusionata su come “padri inadempienti stanno per distruggere i valori della famiglia” o qualche altra stupidaggine che funga da sinonimo. Nel frattempo, la sinistra tirerà fuori qualche merdata su come il far sì che gli uomini abbiano gli stessi diritti delle donne sia “misogino”, perché… perché… perché sì.

Tuttavia, l’argomento più irritante che si sente in questi casi è bipartisan.

“Se non desideri avere dei bambini, non dovresti avere rapporti sessuali.”

Questo argomento, che ha portato all’enorme fallimento noto come “istruzione della sola astinenza” [2], questo argomento che vede l’astinenza come controllo delle nascite è una ridicola negazione della natura umana, e crede che è possibile riprogrammare gli esseri umani a voler scopare attraverso “film educativi” triti e ritriti dei primi anni ’90.

Naturalmente, c’è anche la doppia morale irritante per quanto riguarda il sesso del genitore che non vuole essere tale. Se un uomo si sente che non è disposto a essere un padre e sceglie di non avere un figlio, lui è un fannullone, uno che si merita di essere cacciato dalla società, un salasso per il sistema, e il genitore colpevole per tutti i problemi che il bambino affronterà nella vita crescendo con un solo genitore.

La società moderna ha questa strana idea per cui i “padri inadempienti” sono fuori a viversi la bella vita, fumare erba su qualche spiaggia caraibica circondati da prostitute costose sorseggiando rum di lusso da una noce di cocco, mentre le madri-schiave cercano di sostenere il proprio bambino da sole. Ovviamente non esiste nulla di meno vero di questa descrizione.
In primis, la maggior parte di loro non stanno fuori divertendosi e facendo finta che non esistano i loro figli, infatti uno studio della Johns Hopkins University [3] ha scoperto che i padri a basso reddito, la maggior parte dei contribuenti di mantenimento per i figli, paga per il bambino, in media, tanto quanto fa la madre. La differenza? I padri tendono a fornire questo denaro attraverso cibo, vestiti e regali, piuttosto che attraverso depositi diretti in contanti.
E con questo, un primo mito è stato smascherato.

Uno studio del 2001 [4] dell’Urban Institute ha rilevato che dei 7 milioni di padri che non hanno prestato il mantenimento ai figli ogni anno, 2,5 milioni semplicemente non avevano abbastanza soldi per pagare il mantenimento al bambino in aggiunta alle spese necessarie per sopravvivere loro stessi (cibo, utilities, affitto, ecc.). Anche se questa sarebbe già una grande percentuale di contribuenti per il mantenimento dei figli che semplicemente non possono permettersi il costo, il numero è probabilmente cresciuto negli ultimi anni. Nel 2001, quando lo studio venne fatto, il tasso di povertà era del 12,2% [5]. Più di recente, è stimato al 15% [6] il numero degli americani che si sono impoveriti, nonostante il fatto che la definizione di povertà utilizzata nel 2010 è molto più conservativa rispetto a quella del 2001.

E con ciò sono due miti debunkerati.

Allora, che cosa si deve ricavare da questi dati? Che i cosiddetti padri inadempienti sono spesso impoveriti come le madri, e non possono permettersi di crescere i figli o di pagare affinchè un altro cresca i loro figli. Perché dunque quando i padri chiedono pari possibilità di crescere i loro figli, l’argomento è considerato così ridicolo sia dai liberali che dai conservatori?

La risposta è semplice, l’idea che si diano agli uomini gli stessi diritti che le donne è considerata ridicolo. L’idea che le donne non dovrebbero ricevere un trattamento preferenziale solo a causa di come sono nate è considerata ridicola. L’idea che gli uomini sono esseri umani che hanno bisogno di prendersi cura di se stessi e non vivono di servire i bisogni degli altri è considerata ridicola.

diritti riproduttivi2

Note:
[1] https://www.youtube.com/watch?v=Ax5kLOIju74
[2] http://www.advocatesforyouth.org/storage/advfy/documents/fsabstinenceonly.pdf
[3] Kane JB., Nelson T., Edin K. How Much In-Kind Support Do Low-Income Nonresident Fathers Provide? A Mixed-Method Analysis. J Marriage Fam. 2015 Jun 1;77(3):591-611. – http://releases.jhu.edu/2015/06/15/love-and-money-how-low-income-dads-really-provide/
[4] Sorenson E, Zibman C. Poor dads who don’t pay child support: deadbeats or disadvantaged? Washington, DC: Urban Institute; 2001. – http://www.urban.org/sites/default/files/alfresco/publication-pdfs/310334-Poor-Dads-Who-Don-t-Pay-Child-Support.PDF
[5] https://www.census.gov/prod/2013pubs/acsbr12-01.pdf
[6] http://www.nclej.org/poverty-in-the-us.php

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...