Il sessismo nel Contratto di Governo M5S-Lega

32893579_1707684815952641_4131638361272090624_n

Così come abbiamo fatto per i programmi dei principali partiti che si presentavano alle elezioni italiane 2018, analizzeremo adesso i pro e i contro del Contratto di Governo M5S-Lega per quanto riguarda le questioni di genere e la lotta al sessismo.

PUNTI CONTRO:

1.) “Prorogheremo la misura sperimentale “opzione donna” che permette alle lavoratrici con 57-58 anni e 35 anni di contributi di andare in quiescenza subito, optando in toto per il regime contributivo. Prorogheremo tale misura sperimentale, utilizzando le risorse disponibili.”

“Opzione donna” è una manovra che permette alle donne di andare in pensione prima, bypassando le richieste UE di equiparare donne e uomini nell’età pensionabile, e di fatto legalizzando una discriminazione.
Si tratta, in sintesi, di discriminazione contro gli uomini nell’accesso alla pensione.

2.) “Occorre introdurre politiche efficaci per la famiglia, per consentire alle donne di conciliare i tempi della famiglia con quelli del lavoro, anche attraverso servizi e sostegni reddituali adeguati. Inoltre, è necessario prevedere: l’innalzamento dell’indennità di maternità, un premio economico a maternità conclusa per le donne che rientrano al lavoro e sgravi contributivi per le imprese che mantengono al lavoro le madri
dopo la nascita dei figli.”

Ovviamente questo significa che:
a) vi saranno “servizi e sostegni reddituali” solo per donne, soprattutto madri, che escluderanno i padri e gli uomini in generale;
b) non vi sarà un innalzamento dell’indennità di paternità, causando un ulteriore squilibrio;
c) il premio economico a maternità conclusa” non si applicherà anche agli uomini a paternità conclusa;
d) gli sgravi contributivi per le imprese che mantengono al lavoro le madri dopo la nascita dei figli” ovviamente non verranno applicati anche alle imprese che mantengono al lavoro i padri dopo la nascita dei figli;
e) tutto questo ovviamente va ad incrementare il gap già enorme tra ciò che è il congedo di maternità e ciò che è quello di paternità in Italia.

3.) “È prioritario l’inasprimento delle pene per la violenza sessuale, con l’introduzione di nuove aggravanti ed aumenti di pena quando la vittima è un soggetto vulnerabile ovvero quando le condotte siano particolarmente gravi.”

a) Vorremmo sperare che “soggetto vulnerabile” non voglia dire “donna”, e che diventi un’operazione neutra per il genere!
Crediamo purtroppo che non sia così, visto che subito dopo fa riferimento a questioni femminili:

“Ai fini della prevenzione e del contrasto del femminicidio, risulta opportuno impartire una specifica formazione agli operatori delle forze dell’ordine sulla ricezione delle denunce riguardanti reati a sfondo sessuale, stalking e maltrattamenti, per i quali sarà previsto anche un vero e proprio “codice rosso”.”

b) Il che fa capire che questa “specifica formazione” darà una visione della violenza unidirezionalmente uomo-su-donna, che ignorerà le vittime maschili ed LGBT di violenza sessuale, stalking e maltrattamento.
c) Il “codice rosso”, allo stesso modo, dobbiamo presupporre che probabilmente sarà anch’esso genderizzato e reso quindi applicabile alle sole donne.

 

PUNTI (o meglio, punto) PRO:

“Nell’ambito di una rivisitazione dell’istituto dell’affidamento condiviso dei figli, l’interesse materiale e morale del figlio minorenne non può essere perseguito se non si realizza un autentico equilibrio tra entrambe le figure genitoriali, nel rapporto con la prole. Pertanto sarà necessario assicurare la permanenza del figlio con tempi paritari tra i genitori, rivalutando anche il mantenimento in forma diretta senza alcun automatismo circa la corresponsione di un assegno di sostentamento e valutando l’introduzione di norme volte al contrasto del grave fenomeno dell’alienazione parentale.”

 

Fonte: https://www.quotidiano.net/polopoly_fs/1.3919629.1526651257!/menu/standard/file/contratto_governo.pdf

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...